Che cos’è l’attestato di rischio?

L'attestato di rischio (anche detto ATR) è il documento che certifica la nostra storia assicurativa. La compagnia di assicurazione lo consegna, aggiornato, alla scadenza della polizza: l'assicurato lo deve conservare perché è il suo biglietto da visita da presentare per un eventuale cambio di assicurazione. Sull'attestato di rischio sono riportati tutti gli incidenti denunciati negli ultimi 5 anni e la classe CU di Bonus Malus .

Non trovo più l'Attestato di Rischio. Come posso ottenere un duplicato?

Per ottenere il duplicato dell'Attestato di Rischio è necessario contattare telefonicamente o inviare una richiesta scritta alla compagnia di assicurazione con i seguenti dati: nome e cognome del Contraente; del Proprietario, se persona diversa dal Contraente; numero di riferimento e data di scadenza della Polizza; modello e targa del veicolo assicurato.

Come funziona il passaggio di classe bonus malus da un famigliare all’altro (legge Bersani)?

Ci si può avvantaggiare della classe di merito agevolata Bersani se si acquista un veicolo nuovo o usato e lo si deve assicurare per la prima volta. Le altre condizioni necessarie sono le seguenti: il veicolo già assicurato e il veicolo da assicurare devono risultare della stessa tipologia (auto con auto/moto con moto) e appartenere alla medesima persona fisica o a famigliari stabilmente conviventi presso il medesimo indirizzo di residenza; il veicolo già assicurato deve avere una polizza attiva.

Quali documenti si avranno una volta comperata una assicurazione?

Sono 4:
  • la polizza, che altro non è che il contratto chi si deve firmare;
  • il certificato di assicurazione, attesta l'esistenza, la validità e la durata di una copertura;
  • il contrassegno, documento che deve essere sempre esposto e ben visibile;
  • la carta verde, documento necessario per andare all’estero.

Come si può disdire una polizza?

Le polizze senza il tacito rinnovo non hanno necessità di disdetta. Alla scadenza del contratto si è liberi di scegliere la compagnia che si preferisce.

Come vengono gestiti i sinistri?

La gestione avviene in 4 semplici passaggi: avvio, valutazione, pagamento e chiusura.
  • Avvio: si apre la pratica e si classifica il sinistro in base alla tipologia e alla zona di competenza
  • Valutazione: si raccolgono tutte le informazioni relative al sinistro per stimare il danno, stabilire la responsabilità, verificare se vi sia conformità con le coperture
  • Pagamento: dopo l’eventuale negoziazione, se esistono le condizioni, si paga al cliente o al danneggiato la somma dovuta
  • Chiusura: si chiude la pratica di sinistro quando il cliente o il danneggiato ha ricevuto il pagamento, oppure quando si comunica che non esistono le condizioni per la liquidazione del danno.

Che cos’è una polizza R.C.A.?

Assicurare il proprio veicolo è un obbligo, le stesse compagnie di assicurazione non possono rifiutarsi di sottoscrivere una polizza R.C. auto, anche se sono libere di stabilire le loro condizioni. Viene presentato quindi il contratto assicurativo che lega l'automobilista alla sua compagnia di assicurazione, previo pagamento del premio.
Esistono varie formule tariffarie, che servono a calcolare il premio da pagare. La più importante è quella basata sul sistema bonus malus, che prevede che gli automobilisti più virtuosi (quindi con un minor rischio di incidenti) paghino un premio assicurativo più basso di chi invece è statisticamente più portato a incorrere in incidenti. Questa previsione si basa sulla precedente storia assicurativa, che viene riassunta dall’attestato di rischio e sulla classe di merito. Le polizze assicurative R.C. Auto possono però essere anche stipulate con il sistema con franchigia, che prevede che una parte del risarcimento da pagare resti sempre a carico del soggetto assicurato.

Cosa comprende la polizza furto e incendio?

Le assicurazioni di responsabilità civile non tutelano i danni che possono derivare al veicolo assicurato da eventi come il furto e l'incendio. Per essere coperti contro furto e incendio bisogna stipulare un'altra polizza contro uno, l'altro o anche entrambi.La copertura contro il furto tutela l'auto per tutti i danni che possono derivare non solo dal furto vero e proprio, ma anche da tutti i tentativi di furto o di scasso non riusciti, fino alla totale distruzione del veicolo. Inoltre, le polizze furto coprono anche il furto di ogni singola parte dell'auto, ma non la sottrazione degli oggetti che si trovano all'interno dell'automobile.Sia il premio che l'indennizzo che l'assicurazione pagherebbe nel caso di furto vanno calcolati in base al valore di mercato dell'auto nel momento in cui questa viene assicurata. Questo valore ovviamente viene rinegoziato di anno in anno, ad ogni rinnovo della polizza. Per quanto riguarda il risarcimento, se il veicolo è stato sottratto o distrutto, l'assicurazione paga tutto il suo valore commerciale al momento del furto. Se invece è stato solo danneggiato, l'assicuratore rimborserà solo le parti danneggiate o sottratte. Le polizze contro l'incendio tutelano il veicolo invece dai danni causati da incendio.Per quanto riguarda il risarcimento, questo fa riferimento, come nel caso del furto, al valore commerciale del veicolo al momento dell'incendio. Inoltre, anche questa polizza in modo analogo al furto, distingue fra distruzione e danneggiamento. La distruzione prevede il risarcimento di tutto il valore della macchina, mentre il danneggiamento prevede il pagamento all'assicurato del solo valore delle parti danneggiate.

Cosa comprende la polizza Kasko?

La Kasko è una polizza facoltativa che risarcisce i danni subiti dalla propria auto: generalmente è cara, può essere tuttavia molto utile per tutelare veicoli nuovi o di elevato valore economico. Mentre la polizza di responsabilità civile copre i danni causati a terze persone, la Kasko risarcisce quelli cosiddetti "propri", ossia i danni subiti dal proprio veicolo durante la circolazione su strada.La validità della Kasko non è legata alla responsabilità del conducente nell'incidente: questo vuol dire che si ha diritto al risarcimento anche se l'incidente è stato causato dall'assicurato. Le Kasko possono essere di due tipi: la Kasko completa copre tutti i danni a prescindere dalla responsabilità dell'assicurato, la mini Kasko copre invece solo i danni che sono stati causati da incidenti con altri veicoli ma non quelli che si verificano al veicolo da solo (uscite di strada ad esempio).

Cosa comprende la polizza eventi naturali ed atmosferici?

Gli eventi atmosferici previsti da questa polizza possono comprendere tempeste, bufere, uragani, grandinate, tifoni, frane, valanghe, alluvioni, inondazioni, trombe d'aria e slavine.

Cosa comprende la polizza tutela legale o giudiziaria?

Le polizze di tutela legale o giudiziaria, rappresentano un’estensione della garanzia assicurativa RC Auto che va a coprire i costi delle eventuali spese legali dovute a procedimenti giudiziari o extra-giudiziari, normalmente a carico dell’assicurato. Le ragioni che possono provocare una controversia legale sono moltissime, sia quando è l’assicurato stesso a far valere i propri diritti che quando è la terza parte coinvolta a chiamarlo in causa; in entrambi i casi l’assicurazione interviene a tutela del cliente e del suo nucleo familiare.Fra le spese coperte dalla polizza di tutela legale vi sono anche i costi di perizia e quelli per le consulenze legali, che possono essere richieste dall’assicurato o da un giudice.Al momento della sottoscrizione bisogna tenere in considerazione almeno tre fattori: il massimale, la franchigia e le esclusioni. Il massimale è la cifra massima che la compagnia assicurativa sceglie di risarcire, cioè la soglia oltre cui l’assicurato è tenuto a rispondere di tasca propria. Per franchigia, al contrario, si intende il limite minimo al di sotto del quale non scatta il risarcimento della compagnia, vale a dire la spesa che resta a carico del cliente.

Cosa comprende la polizza cristalli?

La polizza cristalli prevede che l'assicurato ottenga un risarcimento del danno quando si verifica la rottura dei vetri della sua automobile. La polizza cristalli risponde a questa esigenza offrendo vantaggi in termini economici, di tempo e, non ultimo, di sicurezza. Solitamente la polizza cristalli copre sia la sostituzione che la riparazione del vetro. Ovviamente il risarcimento non copre solo i danni subiti dal parabrezza ma anche il lunotto posteriore e i finestrini laterali, non influendo sul premio o sul bonus/malus.

Cosa comprende la polizza Infortuni del conducente?

La normale RC Auto non tutela l'assicurato che si trovava alla guida dell'auto che ha provocato il sinistro, ma si limita alla copertura dei danni causati a persone o altri veicoli. Per ottenere un indennizzo quando si subisce un danno a causa di un incidente di cui si è responsabili, insomma, bisogna stipulare una polizza infortuni conducente.I casi in cui la compagnia garantisce un risarcimento includono, solitamente, la morte del conducente e l'invalidità permanente, oltre alla copertura di tutte le spese sanitarie direttamente collegate al danno subito. La polizza infortuni conducente include anche un massimale, cioè una soglia massima di rimborso oltre la quale la compagnia non è tenuta a risarcire il danno. Questo limite varia da una compagnia all'altra e, generalmente, a un massimale elevato corrisponde un premio assicurativo maggiore. La franchigia, se presente, è di norma compresa fra il 3% e il 5%. Va ricordato, infine, che la garanzia sugli infortuni può coprire solamente il cliente assicurato oppure essere estesa anche agli altri guidatori del veicolo. Non vi è risarcimento per i danni subiti da un conducente ubriaco o sotto l'effetto di sostanze illecite.

Che cos’è la garanzia di assistenza stradale?

Polizza assistenza stradale, un'estensione della copertura assicurativa RC Auto che garantisce un intervento tempestivo quando una fatalità come quelle sopra indicate ci obbliga ad una sosta forzata in strada. L'assicurazione di assistenza stradale, ovviamente, è tanto più utile quanti più chilometri si percorrono abitualmente per andare al lavoro o per tragitti di altro tipo; anche se non si è guidatori regolari, tuttavia, può essere utile stipulare questo tipo di polizza per mettersi al sicuro da ogni rischio e limitare al minimo le conseguenze.La polizza di assistenza stradale comprende il recupero del mezzo e il trasporto fino al centro di assistenza più vicino.

Che cos’è l’assicurazione vita e previdenza complementare?

Il ramo vita delle assicurazioni e della previdenza complementare ha acquisito negli ultimi anni sempre più importanza, soprattutto a causa della crisi del sistema pensionistico istituzionale. Ormai i consumatori guardano ai prodotti assicurativi e ai fondi pensione come a strumenti in grado di garantire una solida integrazione per la pensione statale. In questo ramo non esistono soltanto le classiche assicurazioni sulla vita che prevedono il risarcimento in caso di morte dell'assicurato, ma anche prodotti misti, che combinano al risarcimento per premorienza (ovvero in caso di morte prima di un termine prefissato) anche la rivalutazione del capitale investito nella polizza. Sono investimenti che si collocano a metà via fra il campo assicurativo e quello finanziario. Esistono anche prodotti a carattere più spiccatamente finanziario, come i fondi comuni di investimento, ai quali si può partecipare acquistando delle quote, che sono per lo più legati all'andamento di indici o mercati. I fondi pensione veri e propri, invece, rientrano nel ramo della previdenza complementare, che consente all'assicurato di integrare la pensione dello stato con una erogata direttamente dal fondo pensione. Esistono due grandi categorie di fondi pensione, i fondi pensione aperti e i fondi pensione chiusi. Quelli aperti sono accessibili a tutti i lavoratori dipendenti, autonomi o liberi professionisti, mentre i fondi pensione chiusi sono progettati e costruiti solo in base a determinate categorie di lavoratori, come quelli di una grande azienda o di uno specifico settore. Ai fondi pensione può poi essere destinato anche il tfr (trattamento di fine rapporto), che si va così a sommare alla pensione integrativa. Per quanto riguarda il tfr, è il lavoratore a scegliere se lasciarlo in gestione al proprio datore di o integrarlo invece al proprio fondo pensione.

Che cosa sono le polizze malattia e infortuni?

Le assicurazioni malattia sono molto utili perché permettono non soltanto di conservare il reddito che altrimenti andrebbe perso a causa dell'incapacità momentanea di svolgere il proprio lavoro, ma consentono anche di affrontare le spese mediche impreviste, per ricoveri in cliniche private o magari per ottenere in modo tempestivo prestazioni ad alto tasso di specializzazione. Le polizze infortuni possono tutelare l'assicurato invece da qualunque evento di natura violenta e imprevista che possa provocare lesioni fisiche determinate e osservabili. Possono coprire situazioni che vanno dall'inabilità temporanea (garantendo quindi una diaria giornaliera per ogni giorno di lavoro perso) fino al caso molto più grave dell'invalidità permanente, che prevede un risarcimento proporzionale alla percentuale di invalidità causata dal sinistro. Infine, il caso più grave, è quello della morte dell'assicurato in conseguenza di un incidente. In questo caso, il risarcimento verrà erogato ai beneficiari della polizza o agli eredi dell'assicurato. La polizza con il caso morte, allo stesso modo di quella per l'invalidità permanente, è molto indicata per le famiglie mono-reddito o per chi svolge mansioni rischiose. La polizza di inabilità temporanea è invece molto usata dai liberi professionisti o dai lavoratori autonomi, che non hanno diritto ai cosiddetti "giorni di malattia" garantiti contrattualmente, come nel caso, ad esempio, dei lavoratori del settore pubblico.

Che cosa sono le assicurazioni casa, capofamiglia e R.C. danni a terzi?

L'Assicurazione Casa protegge la tua casa e il suo contenuto. È una copertura indispensabile per prevenire spese ingenti in caso di eventi indesiderati quali danni accidentali, furti e così via. Le polizze casa sono diventate nel tempo estremamente complete e permettono di tutelarsi contro ogni tipo di rischio possa colpire l'abitazione.La R.C. famiglia copre invece tutti i danni causati a terze persone da membri della famiglia (e anche dal personale domestico) nel corso di attività extralavorative con l'esclusione dei sinistri avvenuti alla guida di veicoli. E' possibile stipulare anche una polizza per i propri animali. Per alcune razze, considerate pericolose, la polizza di responsabilità civile è addirittura obbligatoria. In ogni caso una polizza animali è una buona copertura soprattutto per quanto riguarda le spese veterinarie.