Cosa fare in caso di sinistro

In caso d'incidente la cosa più importante è non perdere la calma. Per primo, bisogna indossare il gilet catarifrangente, posizionare il segnale d'emergenza lungo la strada per segnalare l'incidente agli altri automobilisti e poi chiamare il 113, che provvederà anche a mandare i mezzi di soccorso, se servono. È molto importante specificare bene il luogo dell'incidente e, se ci sono, il numero e le condizioni dei feriti.

Non bisogna in nessun caso spostare i mezzi. Anche i feriti non vanno toccati, a meno che non si abbia la preparazione medica per farlo. Se ci sono testimoni è bene individuarli e raccogliere le loro generalità che torneranno poi utili anche per ricontattarli in seguito. Nel caso in cui il mezzo che ha causato l'incidente si dia alla fuga, bisogna tentare di appuntarsi il numero di targa.

Per quanto riguarda le pratiche strettamente assicurative, se si sono verificati danni solo ai mezzi e non alle persone, dopo l'incidente, quando c'è accordo fra le parti, si può compilare il Modulo di Constatazione Amichevole (più noto come modulo CID), insieme al conducente dell'altro veicolo coinvolto. Se non si dispone del modulo, bisogna comunque raccogliere i dati che servono alla compagnia di assicurazione, che sono innanzitutto quelli che riguardano l'incidente: data, ora e luogo. Poi le informazioni relative al veicolo coinvolto: modello e targa, ma anche nome, indirizzo e numero di telefono del conducente, nonché le generalità del proprietario, nel caso in cui questi fosse una persona diversa dal conducente nel momento del sinistro. Bisogna infine descrivere lo svolgimento dell'incidente e anche indicare eventuali feriti e testimoni.

È estremamente importante comunicare il sinistro alla propria compagnia assicurativa. Bisogna farlo in ogni caso, sia che si abbiano responsabilità, sia che si ritenga di non averne alcuna.

Puoi scaricare il modulo di constatazione amichevole cliccando qui.